Gorilla Glue Auto – Fast Buds

420FastBuds GorillaGlue

Gorilla Glue Auto – Fast Buds

In ormai sempre più Paesi è stato avviato un processo di legalizzazione della cannabis, che ha permesso agli appassionati di comprare legalmente, provare e coltivare in libertà gli strain da loro preferiti, ma non solo. La legalizzazione rende più semplice la ricerca scientifica e dà l’opportunità a tanti di accedere più facilmente alla cannabis terapeutica. In Stati come il Canada e l’Uruguay la cannabis è diventata legale sia per uso medico, che ricreativo. Altri Paesi, tuttavia, hanno preferito muoversi in maniera più cauta, intraprendendo ancora piccoli passi e non arrivando ad una totale legalizzazione.

Nei Paesi in cui la coltivazione è stata resa legale, i breeder hanno cominciato a fare a gara per accaparrarsi gli strain migliori o per crearne di nuovi. Uno degli strain più apprezzati degli ultimi anni, vincitore di numerosi premi, è sicuramente la Gorilla Glue #4. Scopriamo insieme perché.

Perché la Gorilla Glue è così speciale?

420FastBuds GorillaGlueAlla Gorilla Glue #4 non manca nulla: gusto, profumo, aroma ed effetto lasciano senza fiato. Il nome richiama da una parte la sua capacità di crescere a dismisura, dall’altra l’altissima produzione di resina, che ha portato tanti grower a lamentarsi di dover buttare le proprie forbici – rese inutilizzabili – dopo aver trimmato la pianta.

La Gorilla Glue è molto potente: rilascia un “high” molto forte, che non stanca mai. Questo, unito al fatto che ha un’elevata produttività, la rende uno degli strain più apprezzati di sempre.

La storia della Gorilla Glue #4

La Gorilla Glue #4 (GG4) ha di sicuro un’eccellente reputazione. Quale sarà, però, la sua origine? La storia di questa pianta non è poi molto misteriosa, ma è riuscita a rubare i cuori di molti grower.

Tutto ebbe inizio pochi anni fa, quando Joesy Whales – un coltivatore – piantò insieme due strain diversi: la Chem Sis e la Sour Dub. Si tratta di piante molto potenti e Joesy si aspettava grandi risultati, ma le cose non andarono come aveva immaginato.

Un giorno si accorse che la sua Chem Sis era diventata ermafrodita. Questa è l’ultima cosa che ogni grower si augura. Dopo tutte le ricerche e il lavoro, è sconcertante vedere le proprie piante rovinarsi. La Chem Sis di Joesy, però, non solo era diventata ermafrodita, ma aveva anche impollinato la Sour Dub. Possiamo solo immaginare la sua frustrazione!

Joesy era così deluso, che buttò via tutto. Per fortuna, il suo amico Mardogg prese alcuni semi nati da queste piante ed, essendo anch’egli un grower, provò a piantare quei semi, da cui nacquero quattro fenotipi di Gorilla Glue. Le piante furono nominate #1, #2, #3 e #4, ma la #3 non sopravvisse. Dopo aver testato i fenotipi, la prescelta fu… indovinate? Sì, la Gorilla Glue #4! Non si trattava di una pianta di cannabis qualsiasi, ma di una uno strain pazzesco. Da allora, GG4 iniziò a vincere numerosi premi e divenne, così, molto popolare.

La storia della Gorilla Glue Auto di Fast Buds

420FastBudsCome abbiamo visto, la GG4 è molto famosa, ma per quanto riguarda la Gorilla Glue di 420FastBuds? Be’, ha anch’essa una storia interessante.

Dopo che la GG4 ha vinto diversi premi, tra cui il Best Hybrid al Michigan High Times e SoCal nel 2014, i breeder di Fast Buds hanno potuto testarla e si sono perdutamente innamorati della sua genetica. Per questo motivo, partendo da un clone, hanno cominciato le loro ricerche per includerla nel loro già ricco catalogo di semi. La Gorilla Glue Auto di Fast Buds mantiene le caratteristiche dell’originale, avendo un THC che può arrivare fino al 22% e un gusto delizioso. La resa di questa pianta non deluderà gli appassionati e la quantità di resina prodotta, come sempre, è notevole. Si tratta di una pianta robusta, semplice da coltivare e che ha bisogno di poche cure. Con i giusti accorgimenti, inoltre, può diventare di dimensioni importanti.

Gli effetti della Gorilla Glue Auto

Una combinazione di Sativa e Indica, la GG è perfetta per la notte. Vi ritroverete incollati al divano (da qui il suo nome – Glue = colla), ma sentirete anche gli effetti da Sativa. Si inizia con una leggera eccitazione, che poi si trasforma in una sensazione di euforia. Mentre il THC interagisce con gli elementi chimici presenti nel vostro cervello, sentirete l’effetto avvolgervi come una calda coperta in una fredda notte d’inverno.

Il gusto è eccezionale, con una delicata combinazione tra limone e pino. Potete riconoscere questa pianta da lontano, grazie al suo splendido profumo. Il retrogusto ha forti sentori di diesel, grazie ai terpeni che arricchiscono il sapore.

Vi è piaciuta la storia della Gorilla Glue? Potete acquistare i semi da collezione direttamente dal sito di Fast Buds Seeds Co. o presso il nostro punto vendita Semi Ami Seregno.

Continuate a seguirci per scoprire tutti i segreti sul mondo della canapa!

 

La redazione di Semi Ami, i suoi collaboratori e Fast Buds Seeds Co. non intendono in alcun modo incentivare alcuna condotta vietata dalla legge. Tutte le informazioni contenute sono da intendersi solo ai fini di una più ampia cultura generale. Né la redazione, né i suoi collaboratori sono in alcun modo responsabili di un eventuale uso improprio delle informazioni contenute in questo sito.

Related posts

La concia: un passaggio fondamentale

Vi è piaciuto l’articolo su come raccogliere ed essiccare la canapa e volete sapere quale sia lo step successivo? Eccoci giunti alla fase di concia! Molti tendono a sottovalutare l’importanza del processo di concia delle infiorescenze di canapa. In realtà, si tratta di una fase fondamentale che, se fatta...

Continua
Ragnetto rosso

Come combattere i ragnetti rossi

Le piante di canapa, si sa, sono soggette agli attacchi di tantissimi insetti. Per fortuna, molti risultano essere innocui o poco pericolosi. Esistono, però, alcuni insetti che possono danneggiare interi raccolti nell’arco di poche settimane. Tra i più pericolosi in assoluto, troviamo i tetranichidi, più comunemente chiamati “ragnetti rossi”....

Continua
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: