Olio di CBD, quanto prenderne

Olio di CBD

Olio di CBD, quanto prenderne

In questi ultimi anni l’olio di CBD sta guadagnando sempre più consensi e popolarità, ma il suo uso è ancora poco conosciuto. Il cannabiodiolo, o CBD, è uno dei cannabinoidi presenti nella canapa, non è da confondersi con il THC, l’unico tra questi ad avere effetti psicotropi e, pertanto, ad essere illegale in Italia e in molti altri stati.

Anche se sempre più paesi stanno legalizzando l’uso di marijuana a fini terapeutici, molti medici sono ancora riluttanti a prescrivere i cannabinoidi, in quanto incapaci di definire i dosaggi più appropriati per i propri pazienti.

Dosaggio olio di CBD

La dose da assumere quotidianamente di CBD varia da persona a persona e in base alla patologia di cui uno soffre. Consigliamo sempre di iniziare con un dosaggio ridotto ed aumentarlo gradualmente, fino ad ottenere i risultati desiderati. Quanto segue è da considerarsi come una linea guida generica. Sappiate comunque che ognuno può reagire in modo diverso agli effetti del CBD.

Alcune aziende produttrici di olio di CBD stanno creando molta confusione, riportando dosaggi senza alcun punto in comune. Alcuni ne consigliano troppo, considerandolo una vera e propria “porzione”, altri invece ne raccomandano troppo poco.

L’olio di CBD che trovate in negozio è di provenienza certificata da produttore affidabile ed esperto. Lo potete trovare in boccette da 10 ml e 30 ml e nelle due concentrazioni, 5% e 10% oppure in pratiche capsule al 5%.

Per l’Olio CBD al 5% si raccomanda una posologia di 3-5 gocce, da somministrare da 2 a 4 volte al giorno.

L’Olio CBD è un prodotto 100% naturale, deperibile e va conservato in un luogo fresco e buio, lontano dalla luce diretta del sole. Una volta aperti, i flaconi devono essere conservati in frigorifero.

Effetti positivi evidenziati

  • Sedativo
  • Utile per il dolore neuropatico
  • Anti emetico (nausea e vomito)
  • Antidolorifico per spasmi muscolari
  • Effetto antidepressivo e ansiolitico
  • Antiepilettico
  • Antipsicotico
  • Aiuta il sonno
  • Antiossidante (antinvecchiamento)
  • Antiseborroico

Campi di impiego e dosaggio indicativo

Una boccetta da 10 ml di Olio di CBD contiene circa 200 gocce, pertanto in una soluzione al 5% (contenente 500 mg di CBD) ogni goccia equivale a 2,5 mg

  • Dolore neuropatico (20-50 mg/giorno)
  • Vomito e nausea indotti da chemioterapia (10-30 mg/giorno)
  • Stress ossidativo, anti-invecchiamento (10-20 mg/giorno)
  • Insonnia (10-30 mg/giorno)
  • Fibromialgia (25-50 mg/giorno)
  • Epilessia (50-300 mg/giorno)
  • Sindrome dell’intestino irritabile (20-50 mg/giorno)
  • Patologie cutanee: dermatiti, psoriasi, irritazioni,ecc. (10-50 mg/giorno, si consiglia di aggiungere  creme al CBD ad uso topico)

Non esistono effetti collaterali

Il cannabinoide THC, il responsabile degli effetti associati alla marijuana, è presente in minima traccia nell’olio di CBD (inferiore allo 0,2% massimo di legge) pertanto, non c’è alcun rischio psicoattivo dopo la sua assunzione. È stato “clinicamente” comprovato che non esistono effetti collaterali legati all’uso di olio di CBD.

Avvertenza: l'Olio CBD è da intendersi esclusivamente come integratore alimentare. Vi invitiamo a consultare un medico in caso di dubbio. Non va considerato come sostituto di una qualsiasi terapia farmacologica prescritta.

Related posts

Può il CBD essere una cura efficace contro l’acne?

Studi scientifici sul CBD come possibile cura per l’acne Potrebbe essere il CBD un valido aiuto per combattere l’acne? Secondo diversi studi, sì! Per capire meglio, bisogna prima spiegare cosa sia l’acne. L’acne è un’infiammazione dovuta alla sovrapproduzione di sebo da parte delle ghiandole sebacee, che, normalmente, lo secernono...

Continua
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: