germinazione canapa

Germinazione dei semi

La germinazione (o germogliazione) è una fase del ciclo vitale delle piante attraverso il quale l’embrione contenuto nel seme inizia ad uscire dalla fase di quiescenza. Il seme può entrare nella fase germinativa in condizioni ambientali (contenuto di acqua, ossigeno e temperatura) adeguate. Alla fase di germinazione seguono accrescimento e sviluppo prima del germoglio e poi della pianta grazie alla formazione di sostanze provenienti dai processi metabolici avvenuti all’interno del seme durante la germinazione e a nutrienti che in seguito la pianta adulta troverà nel terreno.

Esistono molteplici modi per far germinare i semi, in questo post ne vedremo alcuni tra i più efficaci. Poche e semplici regole andranno invece adottati per tutti, ecco quali:

  • La temperatura ideale dell’ambiente di germinazione deve essere tra i 22 e i 25 gradi Celsius, con un’umidità ideale dell’aria tra il 70% e il 90%
  • L’ambiente di crescita deve essere umido ma non bagnato; un fondo troppo bagnato ritarda la crescita
  • L’illuminazione fluorescente è la più favorevole alla germinazione, accertatevi che la luce fluorescente sia molto vicina alla pianta. Uno degli errori più comuni è tenere la lampada troppo lontana dalla pianta.
  • Toccate i semi il meno possibile con le mani

Germinazione con i dischetti jiffy

Preparazione dei dischetti jiffy

  • I dischetti Jiffy sono composti da fibra di cocco pressata e disidratata, per poterli utilizzare dovrete immergerli in acqua (o meglio ancora in una soluzione arricchita con stimolanti per la radicazione) per qualche minuto fino a quando i dischetti si saranno visivamente gonfiati
  • Scolateli dalla soluzione in eccesso e posizionateli dentro una miniserra
  • Inserire il seme nel dischetto Jiffy. Cercate di inserirlo qualche millimetro sotto la superfice del dischetto (4/5) mm

Come ottimizzare la germinazione con i Jiffy?

Una volta inserito il seme posizionate il dischetto in una mini serra prestando attenzione a temperatura e umidità, sono due fattori molto importanti. Per garantire la corretta umidità e temperatura è possibile associare alla miniserra un tappetino riscaldante o un cavo riscaldante con termostato.

Dopo 3-5 giorni di buio, quando il germoglio sarà alto qualche mm, è consigliato illuminarlo con una luce adatta alla fase vegetativa, deve avere uno spettro bianco come un neon intorno ai 9500°K e non generare troppo calore.

Passato qualche giorno vedrete le radici spuntare dal Jiffy, a questo punto posizionatelo a dimora direttamente nel vaso di crescita, essendo il cocco un materiale inerte e adatto alla crescita delle piante eviterete di dover spostare il germoglio evitando così potenziali danni alle delicate radici.

Germinazione tra fogli di carta umidi

 

Inumidite due strati di carta assorbente con acqua di rubinetto tiepida.
Posizionate i semi tra i due strati e controllate ogni giorno che siano sufficientemente umidi.
Dopo qualche giorno i semi saranno passati probabilmente alla germinazione e potrete trasferirli a dimora nel vaso, accertatevi sempre che ci sia un ambiente molto umido e sufficientemente illuminato.

Attenzione a maneggiarli, potreste facilmente danneggiare l’apparato radicale appena spuntato perché potrebbe essersi”incollato” alla carta danneggiandosi.

Germinazione diretta nel terreno

La germinazione diretta nel terreno è un metodo molto utilizzato; non è necessario rinvasare e le piantine più fragili non vengono disturbate durante il processo di crescita. Con questo metodo è importante utilizzare terreno di ottima qualità (chiedi in negozio quali sono i diversi tipi di terriccio da vaso).

  • Piantate il seme a circa 5-10 mm di profondità nel terreno (all’incirca il doppio della dimensione del seme).
  • Ricoprite il buco con altro terreno, senza compattare troppo.
  • Il terreno deve essere leggero, per permettere facilmente alla pianta di spuntare in superficie. Le radici hanno difficoltà a penetrare il terreno solido, il che ne ritarderebbe la crescita.
  • I semi dovrebbero germinare sotto il terreno e spuntare dopo 4-10 giorni.
  • Anche in questo caso è importante che si trovino in un ambiente umido ed aerato ed alla giusta temperatura.

Germinazione in un bicchiere d’acqua

Mettete i semi in un bicchiere con acqua ad una temperatura di circa 22 gradi C. Dopo 3-5 giorni dovrebbero apparire delle piccole puntine bianche e i semi dovrebbero iniziare ad aprirsi.
Le puntine sono l’inizio delle radici; quando le radici raggiungono una lunghezza di 2-3 mm potrete estrarre i semi dall’acqua, facendo molta attenzione a non danneggiarle. Potete ora trasferirli nel terreno, in una coltura idroponica o con altri metodi che preferite.
Fate un piccolo foro delle dimensioni di 5 – 10 mm e mettete con attenzione il seme germinato nel nuovo ambiente. È importante non usare troppa acqua e usare uno spruzzino. La germinazione con acqua non permette tuttavia i migliori risultati possibili.

Perchè i miei semi NON hanno germinato?

Può capitare che qualche seme non sia germinato, ma questo non vi deve scoraggiare, cercate di capire il perchè e non ripetetelo la prossima volta.

  • Il seme è stato mal conservato: attenti alla provenienza dei vostri semi! Cercate di comprarli da negozi fidati e che li conservino nel modo adeguato. Se esposti o conservati a temperature eccessive o in ambienti con umidità molto bassa i semi potrebbero risentirne e avere maggiori difficoltà nel germinare. Altra fonte importante di stress può derivare dalle spedizioni degli stessi, soprattutto nei mesi molto caldi.
  • Troppo caldo/freddo: la temperatura ideale per la germinazione dei semi (in generale) è di circa 18/26°C, perciò vi consigliamo di tenere la temperatura sotto controllo misurandola costantemente. Il troppo caldo o il troppo freddo può far si che il seme non germini. Molti pacchetti di semi hanno scritto la temperatura ideale sul retro.
  • Troppo bagnato/troppo secco: L’umidità ideale è alta, quindi bisogna sempre tenere umido l’ambiente di germogliazione, però se si bagna troppo il seme tenderà a marcire. Se vedete che la superficie del jiffy si sta seccando, umidificatela nebulizzando dell’acqua.
  • Il seme necessita di trattamenti particolari: può capitare che alcuni semi (rari) possano necessitare di trattamenti particolari come stare a bagno per qualche ora ecc… Leggete attentamente sul retro del pacchetto per sapere se è il caso dei vostri semi. Alcuni trattamenti possono sembrare strani, ma senza di essi il seme non germinerà.

Seppur certificati, controllati e utilizzati nel migliore dei modi potrebbe capitare che il seme non germogli, è impossibile garantire una germinazione del 100% in quanto si tratta di prodotti vivi.

Related posts

vasi canapa

Scegli il vaso giusto

Scegliere il recipiente perfetto per coltivare non sempre è un’operazione semplice. Il caro vecchio vaso da fiori è sempre valido ma la scelta del recipiente “giusto” garantirà una crescita sana e ottimale delle vostre piante. Vediamo alcune tipologie disponibili, analizzandone differenze, vantaggi e svantaggi. Il recipiente ottimale per le vostre piante...

Continua
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: